Cerca
  • Dr. David Della Morte Canosci

SLOW LIVING, SLOW FOOD: I BENEFICI DEL "VIVERE CON LENTEZZA"

Aggiornamento: 13 gen

In un mondo dove tutto è sempre più veloce, dalle reti cellulari al cibo dei fast food, lo “slow living” rappresenta un vero e proprio atto di amore verso sé stessi.


CHE COS'È LO SLOW LIVING?


Con questo nuovo termine intendiamo letteralmente il “vivere con lentezza”.

Lo Slow Living (spesso definito anche Slow Life) è uno stile di vita incentrato sulla ri-sintonizzazione dell’essere verso i propri ritmi naturali e sul trovare un equilibrio tra la vita frenetica del mondo tecnologico e le necessità del proprio corpo.


Una nuova visione


Più che una visione nuova questo approccio è definibile come un “ritorno alle origini”, dove ascoltare il proprio corpo e conoscere i propri ritmi era alla base del benessere psico-fisico.


CHE COS'È LO SLOW FOOD?


Il movimento Slow Food nasce in Italia e si è poi diffuso a livello internazionale in breve tempo per dare poi origine allo Slow Living, nato intorno agli anni ‘80 del secolo scorso .


Lo Slow Food rappresenta una reazione avversa al fenomeno del “mangiare fast”, diffusosi più o meno globalmente tra la fine del 1800 e gli inizi del 1900 e poi esploso su larga scala nel 1961 per mezzo di Ray Kroc , famoso per aver fatto diventare McDonald’s il colosso dei fast food che è oggi.


Per gli appartenenti al movimento “slow”, il pasto è un momento importante di incontro e convivenza, che necessita di essere vissuto in serenità e allegria, lontano dalla frenesia della vita quotidiana.


QUALI SONO I BENEFICI?


Praticare lo Slow Living non significa vivere come un eremita al di fuori del mondo. Bensì vuol dire concentrarsi sull’importanza del proprio tempo per riuscire ad apprezzare la vita in maniera differente.


Quante volte vi sarà successo di pensare “ho tantissime cose da fare, ma prometto che una volta terminato tutto mi dedicherò di più a me stesso/a” ?


Nell’ottica della Slow Life, il vostro benessere viene prima di tutto: è una vera e propria forma mentis che ci permette di concederci il tempo di cui abbiamo bisogno per “ricaricarci” al 100%.


COME VIVERE “SLOW”?


Rallentare per vivere meglio: questa la parola chiave.

Per farlo, occorre una trasformazione anche nel modo che abbiamo di rapportarci con il cibo e con l’ambiente, oltre che con noi stessi.


Ecco una lista di cose che potresti fare nel tuo quotidiano per vivere “slow”:

  • Quando ti è possibile evitare di mangiare cibi preconfezionati e cercare di trovare del tempo per cucinare con alimenti freschi e di stagione;

  • Prestare attenzione ai piccoli momenti e alle piccole azioni quotidiane, concentrandoti su ciò che stai facendo;

  • Cercare di avere uno stile di vita sostenibile ed ecologico, in modo da abituare la tua mente a porre attenzione all’ambiente che ti circonda;

  • Lo slow living riguarda anche l’abbigliamento: preferire la qualità alla quantità;

  • Può aiutarre praticare Mindfulness, Meditazione o Yoga e la lettura di libri sulla crescita personale.

Le strade per una vita più equilibrata sono tante ed è compito di ognuno di noi trovare la propria. Prenditi il tuo tempo. Palazzo Fiuggi offre molte possibilità per ritrovare sè stessi nella natura e nella pace della tranquillità.