Cerca
  • Dr. David Della Morte Canosci

LA SOSTENIBILITA’ PASSA DALLA TAVOLA

Gli alimenti sostenibili sono quegli alimenti sani, nutrienti e con un basso impatto ambientale in termini di utilizzo del suolo, risorse idriche impiegate ed emissioni di carbonio e azoto.

Rientrano tra questi i prodotti locali e i prodotti a km 0. Esistono una serie di accorgimenti, poi, che tutti possono mettere in atto per salvaguardare il futuro.


Seguendo un regime alimentare sostenibile infatti si avrà un doppio vantaggio: per la nostra salute e per l’ambiente.


Ecco alcuni consigli per scegliere cibi sostenibili:

• scegliere prodotti di provenienza locale: l’acquisto presso gli agricoltori locali riduce le emissioni di carbonio causate dalla filiera lunga;

• andare a rifornirsi direttamente dai produttori;

• scegliere prodotti sfusi che non utilizzino imballaggi;

• prediligere frutta e verdura di stagione.


IMPATTO IDRICO


A livello globale il cibo rappresenta il 48% dell’imbatto ambientale complessivo e il 90% dell’impatto delle risorse idriche.


L’impronta idrica degli alimenti indica l’insieme di tutta l’acqua dolce che è stata necessaria durante il ciclo di produzione di un determinato cibo. L’impronta idrica dei cibi varia molto da prodotto a prodotto.


La produzione di carne, oltre ad essere responsabile del 15% delle emissioni totali di gas serra, ha anche un’impronta idrica altissima.

La carne animale ha in media un’impronta idrica per caloria venti volte maggiore a quella di cereali o patate. Il 98% dell’acqua viene utilizzata proprio per la produzione dei mangimi.



Interessante è la nuova frontiera dell’allevamento Grass Fed che sta prendendo piede anche in Italia.


Il Grass Fed indica un tipo di allevamento in cui gli animali rimangono al pascolo per l’intero ciclo della vita, nutrendosi d’erba riducendo così anche l’impatto idrico.


Leggi anche l'articolo sulla carne grass fed.


IL BIO FA BENE?


Il consumo di prodotti biologici è in continua espansione. Il BIO ha l’intento di promuovere la sostenibilità di agricoltura e allevamento, migliorando le condizioni di vita delle creature e, al tempo stesso, garantire la salubrità dei prodotti ricavati.


L’alimento biologico infatti per essere tale deve essere composto almeno al 95% da ingredienti prodotti secondo un metodo basato su tecniche di coltivazione o di allevamento a ridotto impatto ambientale.


I prodotti biologici hanno un elevato valore nutrizionale perché contengono maggiori vitamine, minerali e altre sostanza che gli alimenti convenzionali non possiedono.

Biologico o convenzionale che sia, è importante ricordare che nessun alimento commercializzato in Italia può essere considerato nocivo per la salute dei consumatori.


Chiaramente non solo il nostro organismo ne trae beneficio ma anche l’ambiente. I prodotti biologici sono caratterizzati da una bassa longevità, questo proprio perché essendo prodotti naturali e non trattati si conservano meno a lungo.


I prodotti utilizzati a PALAZZO FIUGGI sono prodotti tipici, a kilometro zero e nel rispetto della natura, sia per l'individuo che per l'ambiente. I nostri programmi nutrizionali basano su ingredienti di qualità ed elaborati secondo le ricette dello chef 3 stelle Michelin Heinz Beck.