Cerca
  • Dr. David Della Morte Canosci

SONNOLENZA O SONNO POCO PROFONDO: COSA FARE

Il sonno è un fenomeno imprescindibile per l’uomo. Si tratta, infatti, di un fenomeno attivo, che svolge importanti funzioni nell'ambito della conservazione delle nostre funzioni cognitive, della nostra competenza immunologica, nella protezione cardiovascolare e nella riparazione dei tessuti.




LE CAUSE DELLA SONNOLENZA


Le cause della sonnolenza possono essere di vario tipo. Principalmente, però, riguardano la qualità del sonno. Si stima, infatti, che circa un quarto della popolazione abbia una qualità del sonno inadeguata.

L’eccessiva sonnolenza può essere invalidante, in quanto compromette la qualità della vita diurna ed il funzionamento globale dell'individuo.

La sonnolenza è la difficoltà a restare svegli e, normalmente, rappresenta una fase di transizione del ciclo sonno-veglia. Si manifesta con uno stato di torpore e una riduzione del livello di coscienza.

L’ipersonnia, cioè l’eccesso di sonno, può essere dovuta a numerosi fattori:

  • Può essere conseguente a malattie infettive, intossicazioni o condizioni di tipo neurologico;

  • più comunemente, però, si presenta a seguito di squilibri metabolici ed endocrini. O, ancora, a causa di disturbi gastro-intestinali, che rendono difficile la digestione;

  • altre cause comuni dell’eccesso di sonno sono dovute a fattori psicologici, quali stati depressivi, stress, ritmi di vita irregolari e altri disturbi del sonno;

  • infine, l’eccesso di sonno può essere dovuto a condizioni fisiologiche, come l'assunzione di certi farmaci (come antistaminici o antidepressivi) o come i cambi di stagione.

SONNOLENZA E DISTURBI DEL SONNO: RIMEDI


Contro la sonnolenza, che sia dovuta a disturbi del sonno o ad altri fattori, esistono fortunatamente diversi rimedi.

Per una sonnolenza di tipo occasionale, non associata quindi ad un quadro patologico, è possibile ricorrere a rimedi naturali che regolarizzano il naturale ciclo sonno-veglia, come la melatonina, che si può trovare in diversi integratori alimentari. In alternativa si può optare per altre sostanze naturali come camomilla, lavanda e valeriana, che favoriscono il rilassamento e quindi e il sonno.

Se la sonnolenza, invece, si presenta per più tempo è di fondamentale importanza ricercare le cause. Questo permetterà di risolvere il problema alla radice. Come già accennato sopra, esistono diversi rimedi per contrastare la sonnolenza:

  • dormire il tempo giusto, bisognerebbe cercare di dormire 8 ore a notte e stabilire una routine regolare a cui il corpo possa abituarsi;

  • fare un breve riposo, il riposo pomeridiano non dovrebbe, tuttavia, durare più di 30 minuti. Dormire eccessivamente porterà infatti ad un effetto opposto a quello desiderato;

  • ridurre l’utilizzo dei dispositivi elettronici nelle ore prima di dormire;

  • mangiare adeguatamente, mangiare troppo poco può privare il corpo dell’energia necessaria, fare abbuffate, invece, farà insorgere sonnolenza perché l’organismo dovrà concentrare le sue forze a digerire;

  • bere adeguatamente, circa 2 litri di acqua al giorno;

  • assumere caffè o tè, il consiglio è di assumerne una tazza al giorno, nella prima metà della giornata;

  • fare esercizio fisico, permetterà di migliorare il riposo notturno, l’importante è solo non fare esercizio subito prima di andare a letto;

  • camminare se viene sonno;

  • ascoltare musica, può aiutare a rimanere svegli in momenti di sonnolenza durante la giornata;

  • sciacquare il viso o fare una doccia con acqua fredda;

  • mangiare una caramella o una gomma da masticare balsamica alla menta;

  • esporsi al sole, accendere le luci o alzare la loro intensità, un ambiente buio favorisce infatti la sonnolenza.


Per ritrovare un proprio equilibrio, grazie a trattamenti rilassanti e spa, è possibile recarsi a Palazzo Fiuggi. Qui sarà possibile, inoltre, consultare degli esperti per trovare soluzioni ai propri problemi legati al sonno e alla sonnolenza.